Category Archives: Uncategorized

FIERA GODEGA

FIERA A GODEGA

Anche quest’anno i ragazzi della cooperativa Il Ponte, all’interno dell’iniziativa ASINO MONDO (la quale crea solitamente l’opportunità di incontrare gli asini, per essere informati, e insieme a loro vivere momenti di conoscenza) hanno preso abitudinariamente parte all’antica Fiera di Godega, millenaria manifestazione della Marca Trevigiana, che nell’anno dell’Esposizione Universale di Milano, “mette a sistema le sue eccellenze e quelle del territorio per offrire una vetrina di qualità alle aziende espositrici e la possibilità di ottenere una visibilità globale entrando nel circuito di Expo Veneto.”
Abbiamo pensato ancora una volta di inserire il nostro stesso valore aggiunto in quest’esperienza, ovvero lo stretto coinvolgimento dei nostri stessi utenti, diventata ormai un’abitudine, nell’interazione con i bambini che hanno preso parte alle varie attività, sviluppando anche un senso di rete tra le molte persone che lavorano in questo settore (occasione di scambio di informazioni e confronti).
Considerando il momento storico difficile, sottolineiamo l’importanza di questa fiera, la quale incentiva il recupero di una dimensione naturale, sia da un punto di vista economico, sia dal punto di vista della salute, per un bisogno sempre più sentito di riavvicinarci alla “terra”.
Ringraziamo anche la giornalista Ariel Genovese, occupata attualmente nel canale Rai Expo in Internet, per l’intervista e l’interesse rivoltoci.

VISITATE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK “Cooperativa Sociale IL PONTE Ghirano” costantemente aggiornata.casa famiglia

logo CSA
ATTENZIONE:
VENERDI’ 17 OTTOBRE i ragazzi della cooperativa Il PONTE si occuperanno della raccolta di viveri alimentari in Piazza Majer a Prata DALLE 21.00 ALLE 23.00 destinata al CSA (Centro Solidarietà Alimentare) di Azzano (in occasione della settimana della solidarietà del 12-19 ottobre 2014); i viveri saranno utili per creare delle “borse spesa” per tutte le famiglie bisognose residenti all’interno dei 7 comuni dell’ambito di Azzano Decimo.
Si raccoglieranno:
-Pasta
-Riso
-Olio
-Tonno
-Biscotti secchi
-Pelati
-Caffè
-Latte a lunga conservazione
-Zucchero
-Sale
-”Scatolame” in generale (Funghi, piselli, fagioli in scatola…ecc.)

In questa occasione inoltre vi sarà una performance di artisti locali; oltre ai DEGHEIO si esibiranno:

PABLO PERISSINOTTO

Pablo è un giovane dal cuore d’artista, che vive al confine tra Veneto e Friuli. Per mangiare lavora in una fabbrica, ma il suo vero animo lo esprime in ballate che interpretano la realtà che lo circonda e nella quale è profondamente inserito. Ha sangue misto, padre veneto-friulano e madre andalusa di Siviglia (come dice già da solo il suo nome), e fin dalla più tenera età ha assimilato tristezze padane e agrodolci ritmi iberici, rigidità contadina e spregiudicatezza tzigana, che poi, con il passare degli anni, ha mescolato con le emergenze mondiali espresse da rock, rap, hardcore, reggae, world music, senza mai dimenticare la traboccante e istintiva vena cantautorale. Compone testi – che in realtà sono poesie – di getto. L’accompagnamento musicale viene dopo, anche questo istintivo, come per gli antichi aedi greci e latini. I contenuti non sono mai banali, ma esprimono efficacemente i valori e le contraddizioni del Nordest in cui vive, oggi alle prese con una crisi universale che minaccia di annullare il mito della sua produttività.

Pablo vanta, nella sua breve carriera da cantautore ormai numerose e importanti collaborazioni;la prima su tutte quella con la voce storia degli Skiantos Robero “Freak”Antoni con cui ha calcato i palchi di tutto il nord Italia nel 2013, con un spettacolo di cabaret-concerto in duo dal titolo: “Il Genio e l’apprendista”.
Più recenti invece quelle con il duo comico Pordenonese I PAPU (nello spettacolo”Far est e cantar”)e con il celebre pianista Remo Anzovino, con cui ha avuto l’onore di esibirsi anche all’evento inaugurale del Pordenonelegge 2014,il 17 settembre scorso.
Perissinotto ha un album all’attivo “Il giocatore”,uscito nel dicembre scorso;attualmente stà lavorando al secondo disco, sotto la produzione dei fratelli Marco e Remo Anzovino.
L’album che uscirà a Natale 2014 sarà distribuito dall’importante etichetta discografica EGEA MUSIC.

ANDREA CIA

Andrea Cia e’ un cantautore Friulano attivo sin dal 1994 anno in cui comincia a muovere i suoi primi passi con gli Stream, nel 1996 crea i CONTROSENSO e subitodopo i FLAVO con i quali realizza il suo primo disco dal titolo Vita , Guerra e Pace. Nel 2006 ottiene diversi riconoscimenti regionali. Dal 2007 parte come solista e con la sua band compone Mr Hyde che con il suo tour vendera’ piu di 1500 copie parte dei proventi vengono devoluti al CRO di AVIANO. Concluso il tour dal 2009 lavora a diversi progetti portando ai sui appuntamenti ospiti come Max Gelsi ,Silvia Smaniotto (della Band di Elisa) e molti altri tra i quali Sasha Torrisi chitarra e voce dei Timoria, ma arriviamo al
2013 anno in cui cominciano le registrazioni per il nuovo singolo all’ X-Land Studio di Vicenza, con la produzione di Max Gelsi , Gianluca Ballarin, e Sandro Franchin, inoltre parte il 013 LIVE TOUR. A giugno2014 esce Suono, Rumore e il Musicista.

ADOLFO MELILLI

Adolfo Melilli è un cantante e chitarrista pordenonese dalla longeva esperienza artistica;nella sua carriera ha collaborato con numerosissimi artisti di alto livello,uno su tutti Claudio Baglioni.
I suoi progetti più recenti lo hanno visto interpretare le canzoni di Fabrizio De andrè con il gruppo VIVA VOCE,piuttosto che celebri cover internazionali con il gruppo sacilese BRUCIATELI VIVI.
Attualmente ha preso parte al progetto degli EMFABER BAND,cover band di altissimo livello pordenonese.

ACCASTORTA

Gli Accastorta sono una Folk-Rock n’ roll Band formatasi nel 2008 da tre ragazzi di diversa età tra loro,nati e vissuti nelle terre di campagna trevigiane.
Con la loro musica raccontano con amara ironia le contraddizioni della società moderna, ripercorrendo attraverso energiche ballate folk’n'roll, i tratti più significativi e devastanti di questo profondo cambiamento sociale
La band ha questa formazione:
Emanuele Dall’acqua chitarra acustica e voce
Alessandro Caicco basso elettrico e cori
Francesco Serafin Cajon e percussioni elettroniche

RED LIAMA

Giovane band veneto-friulana formatasi quest’anno dedita a un rock alternativo compreso tra i generi garage punk e rock n roll.
Questi i loro pseudonimi e il loro line-up:
Tommie: Voce, Chitarra
Kenzo : Batteria
Il Bal : Basso

N.B. Vi saranno inoltre degli strumenti a disposizione per chi volesse provare e divertirsi nella serata.
Partecipate in tanti!
RICORDA: ciò che per te è poco, per altri è indispensabile!
Cerchiamo tutti di condividere (fate girare fra i vostri amici di Facebook) e pubblicizzare l’evento.

Valori e principi

L’Impresa Sociale Il Ponte aderisce all’Unione Provinciale Cooperative Friulane di Pordenone, art. 39 dello Statuto, abbracciandone i valori ed i principi.
Dalla Dichiarazione sull’identità cooperativa di Confcooperative “Le cooperative si fondano sui valori dell’autosufficienza, dell’autoresponsabilità, della democrazia, dell’eguaglianza, dell’equità e della solidarietà. Fedeli allo spirito dei padri fondatori, i soci delle cooperative aderiscono ai valori etici dell’onestà, della trasparenza, della responsabilità sociale e dell’altruismo.”
La Cooperativa si riconosce nel codice etico elaborato da Federsolidarietà i cui principi sono linee guida imprenditoriali e societarie:
 una dimensione compatibile con la possibilità di sviluppare tra i soci effettive relazioni di conoscenza e collaborazione;
 l’attenzione al territorio, intesa come azione di radicamento al contesto sociale in cui vive ed opera attraverso la costruzione di rapporti con i cittadini, i gruppi sociali, le istituzioni finalizzata al perseguimento della promozione umana;
 la trasparenza fondata sulla partecipazione democratica di tutti i soci e sull’informazione degli scopi, degli obiettivi e dei risultati della cooperativa.

Chi siamo

CHI SIAMO: La cooperativa sociale “Il Ponte” nasce il 19.01.1990 per iniziativa di un gruppo di volontari dell’Associazione di Volontariato “La Ginestra”, come diretta conseguenza della scelta di un preciso stile di vita che ha il suo punto di forza nella condivisione con i più deboli, dopo un attento esame delle risorse del territorio, il gruppo fondatore, ha rilevato una mancanza di risposte adeguate alle esigenze di quella fascia di persone adulte che vivono in situazioni di disagio psichico, di insufficienza mentale o fisica, medio o grave. E’ stato subito chiaro al gruppo di lavoro che non esista una reale autonomia totale della persona ma piuttosto un’interdipendenza soddisfacente per le parti in relazione, inoltre risulta evidente che l’individuo non sia di fatto un’isola e che ci fosse la necessità di pensare ad un progetto integrato da realizzare per gradi e da consolidare in diverse fasi-tempistiche progettuali. Questo tipo di luogo esattamente come lo spazio di relazione doveva caratterizzarsi in un eco-sistema elastico da poter essere spazio di tutela rispetto alle proprie difficoltà personali, punto di riferimento forte ed avere anche degli spazi di relazione col territorio, la comunità e l’altro. Un luogo di mediazione per garantire tutti gli attori in campo e cercare di superare: barriere culturali, pregiudizi, preconcetti maturando l’idea che la persona disabile rappresenti una risorsa per la comunità e la biodiversità una ricchezza. In primis è stata realizzata la “Casa Famiglia” spazio ad alta protezione poi il centro socio occupazionale “Malolako” spazio a media protezione ed ora il loro naturale sviluppo “Non da Soli” uno spazio abitativo esterno a bassa soglia di protezione a pochi kilometri dal complesso residenziale, inserito in paese, sostenuto dalla comunità locale e da volontari. tra il 2002 e il 2008 il complesso diventa prima Fattoria Didattica e poi Fattoria Sociale inserita nel Forum Provinciale. Dal 15 ottobre 2013 la cooperativa è diventata FATTORIA SOCIALE attraverso il progetto “L’ emporio delle relazioni solidali” che ha permesso di collaborare con i comuni di Prata e Pasiano creando l’ attività degli “orti sociali” casa famiglia